La mia prima volta in auto

L’esperienze da fare nella vita sono tante ed ognuno è libero di concedersi quelle che più preferisce, la prima volta in auto può essere qualcosa di particolare e a raccontarlo è un donna che dà il suo punto di vista.

Non dico mai no al sesso
Cado facilmente nelle tentazioni

Lo ammetto sono un po’ pigra e mi piace fare le cose nella massima comodità ma con ciò però non voglio dire che non mi adatto alle situazioni. Mi chiamo Fabrizia e quello che sto per raccontare è la mia prima volta in auto, è accaduto diversi mesi fa e devo ammettere che è stata un’esperienza interessante.

Ho 21 anni e per mia fortuna devo ammettere che ho sempre avuto modo di fare del buon sesso stando comodamente su un letto o almeno in un posto sicuro.

Ci tengo a precisare che però mi piace molto variare nelle posizioni e purtroppo in auto non se ne possono fare tantissime, sono alta 1,69 e fisicamente ho una terza di reggiseno con una 44 di vita, riesco ad essere alquanto elastica nei movimenti e mi piace stupire chi è con me.

Ho conosciuto Luigi un paio di settimane fa in chat e siccome ero tornata al mio paese, non avevo dove poter fare sesso comodamente perché a casa ci sono i miei genitori e lui anche viveva con i suoi, quindi sapevo che se nell’incontro sarebbe successo sarebbe stato in auto.

Il problema non me lo sono posto più di tanto, ci stava che prima o poi io potessi fare un’esperienza simile e quindi abbiamo fissato l’incontro in poco tempo e nel giro di pochi giorni ci siamo anche visti.

Vedendolo dal vivo sono rimasta più contenta delle foto che mi aveva mostrato, mi aveva detto che erano di poche settimane prima, ma l’effetto della palestra stava già dando i suoi frutti, i muscoli un più più definiti erano belli da vedere ed il suo sorriso mi aveva colpito.

Abbiamo iniziato a parlare ed ero presa dai suoi discorsi e da come esponeva ogni aneddoto della sua vita, aveva solo 27 anni ma sembrava più maturo della sua età.

La sosta al bar era durata già tanto così ci siamo spostati nella sua auto e consapevoli di voler stare da soli e rendere l’atmosfera più erotica, abbiamo deciso di spostarci laddove nessuno ci avrebbe potuto disturbare, in pochi minuti siamo giunti in questo luogo dove anche il panorama giocava a nostro favore.

Un’esperienza forte
Quanto desiderio espresso

Il cielo e le luci delle case in lontananza facevano da sfondo a ciò che stava per capitare, i baci sono serviti a dichiarare la voglia che avevamo l’uno dell’altro, le nostre mani poi hanno iniziato a scoprire le vibrazioni che l’eccitazione stava creando.

A questo punto abbiamo deciso di spostarci sui sediolini posteriori, essendo un suv, avevamo modo di stare più larghi e così ho potuto stare comoda e dare il meglio di me.

I nostri vestiti in poco tempo sono volati via rimanendo lui in boxer ed io solo con il perizoma, ma ancora qualche minuto ed anche quei pochi indumenti ci hanno lasciato.

I nostri sospiri di piacere diventavano sempre più frequenti e quando ha iniziato a toccarmi tra le gambe con le dita non sono riuscita più a trattenermi ed ho iniziato a mordicchiarlo sulla spalla avendo il suo apprezzamento per questo, così sono andata avanti utilizzando anche la mia lingua.

Gli ho fatto vedere cosa ero capace di fare e ciò ha portato lui ad eccitarsi ancora di più, infatti in pochi secondi ha sostituito la sua mano con il suo organo duro, man mano che entrava il mio piacere cresceva a dismisura e invitavo lui a darci dentro ancora di più.

Le posizioni da fare ce ne stavano un bel po’ visto che la mia mente era in continua elaborazione e come le pensavo le proponevo, ovviamente lui apprezzava questo modo di fare e ciò ci portava ad aumentare la complicità tra noi.

L’apice poi l’ho raggiunto quando ha iniziato ad utilizzare termini davvero piccanti, sentivo il fuoco dentro di me e stando a pecorina con lui che mi teneva per i capelli giocando con l’altra amano sul mio fondoschiena, sono impazzita del tutto.

Le mie urla di piacere andavano in crescendo, avevo già raggiunto l’orgasmo un volta ed era molto vicina anche la seconda, ed infatti in pochi minuti ho goduto di nuovo in modo assoluto ma stavolta anche lui era arrivato al traguardo.

La soddisfazione di quanto fatto era dipinta sui nostri volti e guardandoci lo si evinceva ancora di più, era però alquanto chiaro che la serata non sarebbe finita così ed il tempo di riposarci un po’ e ci siamo concessi il bis, meritavamo di riviverci ancora.

Questa esperienza mi ha fatto capire che anche l’auto può andare bene se si crea la giusta atmosfera e c’è sintonia con l’altra persona. Quando torno al paese, capita ancora che ci rivediamo dando vita così ad incontri hot.

Sesso occasionale nella tua zona? Migliaia di persone ti stanno aspettando!

ISCRIVITI GRATIS

Rispondi